Corrado Ferlaino: bio del presidente del Napoli degli scudetti

corrado-ferlaino

Corrado Ferlaino: bio del presidente del Napoli degli scudetti nel post di Napoli Fans

Il Napoli nella sua storia ha vinto due scudetti, entrambi sotto la gestione Ferlaino, che in quel periodo per vincere acquistò il migliore calciatore del mondo, Diego Armando Maradona. In questo post vediamo insieme la biografia dell’ex presidente del Napoli, Corrado Ferlaino, che ha compiuto 90 anni.

Corrado Ferlaino: gli inizi

Corrado Ferlaino nasce a Napoli il 18 maggio del 1931, da padre calabrese e madre milanese. Dopo aver patito il trauma della Seconda Guerra Mondiale, durante la quale si trasferisce a Fermo, dopo la guerra torna in città e si diploma al Liceo Vincenzo Cuoco di Napoli ed entra a lavorare nell’impresa del padre. Inoltre, nel tempo libero si diletta come calciatore dilettante e pilota automobilistico. Tenta anche la carriera di produzione cinematografica, ma senza successo. Dopo aver conseguito la laurea in ingegneria civile all’Università di Bari nel 1961, Corrado Ferlaino inizia la sua carriera di ingegnere, occupandosi con la sua impresa edile della costruzione di abitazioni in città, e successivamente anche al Nord Italia.

Il 18 gennaio del 1969 è l’anno in cui, acquistando le quote della vedova Corcione, diviene presidente del Napoli. Resterà in carica come presidente della società per un periodo di circa 33 anni, intervallati da addii e ritorni, da vittorie e delusioni. Sempre però gestendo la sua squadra del cuore con passione e amore.

I primi anni di presidenza del Napoli

I primi anni di presidenza del Napoli sono altalenanti: la squadra ha degli ottimi valori di base ma a seguito di alcune cessioni e di campagne acquisti non sempre soddisfacenti, non riesce mai a fare il salto di qualità definitivo. Sono comunque ottime le stagioni 1970-71, dove il Napoli arriva al terzo dietro alle milanesi.

Gli anni di Vinicio sono quelli rampanti anche per il presidente, con una squadra che gioca all’olandese, o meglio alla brasiliana, con tutti calciatori che partecipano alle azioni offensive e difensive. Gli azzurri sfiorano il titolo nel 1975 ma la Juventus lo sfila negli ultimi minuti dello scontro diretto, con un gol dell’ex Altafini, che diviene da quel momento Core ‘ngrato. Ferlaino non si dà per vinto e acquista Salvoldi, mister 2 miliardi. Ma neanche questa mossa sortisce gli effetti giusti, portando comunque in dote una coppa Italia, primo trofeo conquistato da presidente del Napoli di Corrado Ferlaino.

coppa italia napoli

Ferlaino però ritenta per lo scudetto e all’apertura delle frontiere, acquista Ruud Krol, olandese della mitica nazionale di Cruijff, che diviene il miglior straniero del campionato. Era la stagione 1980-81, quando il Napoli sfiora di nuovo lo scudetto, che perde per un nonnulla.

Gli anni più belli con Maradona

Gli anni più belli della presidenza del Napoli di Corrado Ferlaino sono senz’altro quelli con Diego Armando Maradona. Il calciatore viene acquistato dal Barcellona con un’operazione faraonica e un tira e molla durato mesi, che alla fine fa approdare il fenomeno argentino sotto il Vesuvio.

Dopo un paio di anni stagioni di assestamento, finalmente arriva lo scudetto nella stagione 1986-87, a cui seguono una coppa Italia lo stesso anno, una coppa UEFA nel 1989 e un altro scudetto nel 1989-90.

L’ultimo titolo di Corrado Ferlaino da presidente del Napoli è la supercoppa Italiana conquistata sempre nel 1990, battendo la Juventus per 5-1 al San Paolo. Ma l’addio di Maradona e la successiva crisi finanziaria del club, portano la società, e con esso lo stesso Ferlaino, in crisi.

diego-armando-maradona

Gli anni più bui e l’addio

Dopo Maradona, Corrado Ferlaino lascia la presidenza del Napoli ma vi ritorna qualche anno più tardi. Il Napoli però non è più lo stesso e nemmeno Ferlaino.

Dopo la seconda retrocessione del Napoli, datata 2000-01, in coppia con il co-presidente della società, Corbelli, Corrado Ferlaino vende le sue quote della società azzurra all’imprenditore bresciano, che successivamente le vende a Naldi, che poi fallisce il suo tentativo di salvare il club dal fallimento. E’ anno horribilis 2004. Dopo il fallimento subentra Aurelio De Laurentiis che rilancia il club ai vertici del calcio italiano.

E Ferlaino?

Nel 2003 acquista il Ravenna, neo-promosso in C2, ma dopo appena 1 anno lascia le quote di presidente a Gianni Fabbri, uscendo definitivamente dal mondo del calcio.

Oggi compie 90 anni e la cità di Napoli lo celebra come il presidente degli scudetti e della coppa UEFA.