Natale a Napoli: eventi in calendario

natale a napoli

Natale a Napoli: eventi in città!

Napoli è bella tutto l’anno, ma cosa diventa per le feste di Natale?

Eventi, spettacoli, strade piene di luci, natura, enogastronomia e produzioni locali legate all’artigianato, gallerie e tante sorprese per questo 2018 che si va concludendo.

Gli eventi di Natale a Napoli nel 2018 avranno il seguente titolo: Fatti belli. Nati nella città creativa, e tutte le manifestazioni previste sono state presentate nel fitto calendario di appuntamenti che si chiuderà nel 2019, più precisamente in data 6 gennaio.

I temi sono quindi quelli legati alla bellezza e alla creatività, che si snodano tra manifestazioni tradizionali, culturali, enogastronomiche e molto altro di ciò che Napoli possa offrire a residenti e visitatori che intendano passare nella città partenopea le feste di Natale.

L’iniziativa dal titolo Sacro Sud – Anime Salve

Occorre segnalare tra tutte le iniziative, quella dal titolo “Sacro Sud Anime Salve” un festival a ingresso gratuito che è stato organizzato da Black Tarantella e che viene diretto da una colonna di Napoli, stiamo parlando di Enzo Avitabile.

L’iniziativa è ricca di appuntamenti, ecco qualche numero e delle informazioni che la riguardano:

  • 10 concerti;
  • 7 chiese di Napoli coinvolte;
  • Il festival parte dal Centro Storico per giungere nelle periferie;

Tra gli appuntamenti della manifestazione c’è quello che riguarda il concerto di Vinicio Capossela, che si svolge mercoledì 12 dicembre presso la Basilica di San Domenico Maggiore.

Facciamo poi un salto di otto giorni, così da giungere ad un’altra data importante: quella del 20 dicembre. In questa data infatti, presso la Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova, ovvero presso la sede del Museo diocesano di Napoli, la cantante Alice percorre il suo viaggio in Italia, andando a reinterpretare secondo il suo stile, molti importanti classici della musica italiana.

Qualche nome di questo “Viaggio”?:

  • Franco Battiato;
  • Fabrizio De Andrè;
  • Lucio Battisti;
  • Lucio Dalla;
  • Francesco De Gregori;

Non solo Musica per il Natale 2018 di Napoli

La Notte Bianca a Napoli per il Natale 2018 è stata quella dell’8 Dicembre, ma non rammaricatevi perchè c’è un intero mese ancora da sfruttare per visitare luoghi storici, per ascoltare musica, visitare mostre e molto altro.

Volete visitare delle mostre? Eccone alcune che potrebbero incontrare il vostro interesse:

  • Mostra sul Futurismo al Maschio Angioino;
  • Mostra dedicata a Escher al Pan;
  • Mostra che omaggia la famiglia De Filippo che si tiene al Castel dell’Ovo;
  • Mostra dal titolo: Te piace ‘o Presepio, che si tiene al Convento di San Domenico Maggiore;

25 dicembre: il concerto dei Cantori di Posillipo

Arriviamo però alla data del 25 Dicembre. A Napoli in questa giornata della tradizione religiosa, nel Duomo sarà possibile assistere al concerto di Natale dei Cantori di Posillipo, un’occasione per vivere la tradizione, immergendosi nelle atmosfere della liturgia e della città.

cantata dei pastori

Un’altra iniziativa è quella che si svolge ogni sabato al Borgo Marinari, dove è possibile vivere il Gospel, grazie al concerto ad esso dedicato, a cura di Francesco De Simone.

Inoltre dal 25 Dicembre al 30 Dicembre 2018 presso la Domus Ars di Santa Chiara si svolge il tradizionale appuntamento della Cantata dei Pastori curata dal Maestro Carlo Faiello.

Natale a Napoli 2018: tutto quello che potete fare!

Le iniziative come visto non mancano per questa festa della tradizione religiosa, tra artigianato, arte, bellezza, creatività, tutte esaltate dall’aria di Napoli, dal clima temperato e dalle iniziative dirette e gestite al meglio.

Il Natale a Napoli comprende anche:

  • Natura;
  • Cultura;
  • Avvenimenti;
  • Personaggi tradizionali caratteristici, che vanno a descrivere la socialità della città partenopea, ricca di storia, cultura, arte, artigianato, sapori e bellezza riagganciandosi al tema del Natale 2018.

Anche per il Natale 2018 non può mancare l’arte presepiale, che vede presenti gli antichi pastori del ‘700 e magnifiche statuine in terracotta, realizzate dai maestri artigiani di San Gregorio Armeno.

san gregorio armeno

Una tradizione che è conferma dello spirito natalizio che pervade le strade della città ogni anno.

Va anche segnalato, restando sul presepe tradizionale, che quest’anno ci sarà l’esposizione degli antichi pastori rubati, che sono stati recuperati dal nucleo TPC dei carabinieri e che torneranno a poter essere ammirati dalle persone.

Altre iniziative di sfoggio dell’artigianato locale prevedono la raffinata e preziosa produzione di oreficeria del Borgo Orefici, che prosegue nel suo lavoro andando a rinnovare un’antica tradizione che è di alto artigianato: si tratta delle note porcellane di Capodimonte, che quest’anno, grazie a docenti e ragazzi che fanno parte dell’Istituto Caselli De Sanctis, riescono a far rivivere la creatività e l’arte della Fabbrica del ‘700.

porcellane di capodimonte
Fonte: Museo di Capodimonte

Conclusioni

In conclusione vi rimandiamo a un qualcosa di particolare per Napoli, un qualcosa di sconosciuto: stiamo parlando delle vigne urbane, e Napoli in Europa si colloca al 2° posto della classifica per estensione dei suoi vigneti che danno vita alla produzione di vini senza dimenticare e anzi valorizzando, il panorama paesaggistico partenopeo, riconosciuto nel suo valore, anche dall’UNESCO.

Natale a Napoli è ricco di eventi: sta a voi scegliere quelli di vostro gradimento!