Partite del Napoli: le più belle di tutti i tempi

partite del napoli

Partite del Napoli: le più belle di tutti i tempi su Napoli Fans

A Napoli si vive di pane e pallone. Non è retorica, ma la passione del tifo azzurro e dell’attaccamento ai colori del popolo napoletano è riconosciuto in tutto il mondo.

Ma quali sono le 10 partite del Napoli calcio più belle nella sua storia?

Abbiamo provato a ricordarle tutte in questo speciale che leggerete di seguito: buona lettura!

1- Napoli-Fiorentina 1-1

E’ il 10 maggio del 1987, penultima giornata, la prima punizione capolavoro di Roberto Baggio non rimanda la festa. L’Inter perde contro l’Atalanta e “O’ surdato nnammurato riecheggia al San Paolo. Il Napoli è la prima volta nella sua storia campione d’Italia. E la prima volta, si sa, non si scorda mai. Sugli spalti si srotolano i teloni con lo scudetto, Maradona va sotto la tribuna con Claudia, rientrata da Buenos Aires con la piccola Dalmita nata pochi giorni prima. Chiama Bruscolotti, che l’anno prima gli aveva ceduto la fascia di capitano in cambio della promessa dello scudetto. Nello spogliatoio ruba il microfono a Giampiero Galeazzi e intervista i compagni che intanto cantano “ohi mama mama mama, sai perché mi batte il corazòn, ho visto Maradona, ho visto Maradona”.

Napoli-fiorentina

2- Stoccarda-Napoli 3-3

Come non si scorda mai la prima volta in Italia, lo stesso non si scorda mai la prima volta in Europa. E’ la sera del 16 maggio del 1989 quando una intera città aspetta con ansia e trepidazione quella che potrebbe essere la prima conquista europea della sua storia. A Stoccarda giocano 11 giocatori ma è come se tra la Campania e i tanti napoletani emigrati in Germania ci fossero milioni di azzurri in campo. Un Napoli sontuoso che va addirittura in vantaggio per 3-1 per poi farsi rimontare nel finale. Finisce 3-3 e, per via della vittoria dell’andata al San Paolo, il Napoli vince la sua prima Coppa Uefa, una Coppa sollevata al cielo, i suoi tifosi in delirio, giocatori partenopei stretti tra di loro, pieni di gioia, terribilmente esausti. I marcatori di quella gara indimenticabile sono Alemao, Ciro Ferrara e Careca.

successo europeo napoli

3- Napoli-Juventus 3-0

Chi ricorda questa gara la considera come una delle emozioni più forti nella quale un tifoso possa incorrere nella sua vita. Correva la stagione 1988-89 col Napoli ai quarti di finale di Coppa Uefa. La squadra di Ottavio Bianchi si ritrovò di fronte la Juventus di Dino Zoff. L’andata si giocò a Torino e il Napoli perse malamente con un secco di 2-0. Il 15 marzo 1989, nella gara di ritorno al San Paolo gli azzurri erano chiamati ad un’impresa ai limiti dell’impossibile: recuperare due 2 gol alla Juventus senza subirne alcuno. Ma il Napoli aveva Maradona e nessuna impresa era preclusa. In un San Paolo stracolmo, il Napoli pareggiò i conti con la gara d’andata in meno di 45 minuti: al 10’ del primo tempo Maradona su rigore mise a segno il provvisorio 1-0 e al 45’ Carnevale fece esplodere il San Paolo col due a zero che riuscì a mettere nuovamente tutto in discussione. La gara venne prolungata ai supplementari, e quando tutto sembrava pronto per la lotteria dei rigori, ci pensò Renica con un colpo di testa che fece letteralmente impazzire gli 84.000 dell’impianto di Fuorigrotta.

4- Napoli-Real Madrid 1-1

Era il Napoli fresco di scudetto conquistato qualche mese prima quello del 1987, ed era lo stesso Napoli che si affacciava per la prima volta in sessant’anni nella massima competizione europea per club. L’urna voltò le spalle a Bianchi e Maradona, assegnando loro, al primo turno di Coppa dei Campioni, l’avversario più temibile che, all’epoca, l’Europa calcistica potesse offrire: il Real Madrid. Fu una gara leggendaria col Napoli chiamato all’impresa dopo il 2-0 del Bernabeu; al San Paolo però fu ben altra musica. più di 80.000 spettatori per spingere il Napoli verso una clamorosa vittoria che avrebbe avuto, per Maradona e compagni, un significato ancora superiore rispetto alla vittoria del trofeo stesso. Non finì bene quella partita ma l’emozione di sfidare il Real Madrid e di giocare per la prima volta in Coppa dei Campioni fu enorme, per non parlare del gol di Francini che fece sognare, non poco, i tifosi azzurri.

napoli-real madrid 1-1

5- Valencia-Napoli 1-5

Una notte fantastica di fine estate per l’attaccante uruguaiano Daniel Fonseca quella del primo turno di Coppa Uefa in terra iberica. Era il 16 settembre 1992, Maradona non è più a Napoli da più di un anno, prima fuggito e poi squalificato per un anno per doping e gli azzurri devono ricostruire da zero. Nel primo turno il sorteggio li vede accoppiati con il Valencia: gli avversari possono incutere timore, soprattutto al Mestalla, ma ci penserà Fonseca a risolvere la pratica, stabilendo il record di goal in una partita europea realizzati da un marcatore di una squadra italiana. Di seguito il tabellino di quella incredibile partita.

Valencia: Sempere; Quique, Camarasa; Belodedic, Giner (24’ s.t. Arroyo), Leonardo; Tomas, Roberto, Penev, Fernando, Alvaro (27’ s.t. Eloy)
Allenatore: Hiddink

Napoli: Galli; Ferrara, Policano; Pari, Tarantino, Corradini; Carbone (28’ p.t. Crippa), Thern, Careca (1’ s.t. Francini), Zola, Fonseca
Allenatore: Ranieri

Arbitro: Forstinger (Austria)

Marcatori: 21’ p.t., 15’ s.t., 19’ s.t., 42’ s.t. e 45’ s.t. Fonseca (N), 9’ s.t. Roberto (V)

6- Juventus-Napoli 2-3

Venendo ai giorni nostri non si può che ricordare questa partita. Erano l’anno 2009, fu una delle più belle remuntade della sua storia ai danni della rivale di sempre. Padroni di casa avanti con Trezeguet e Giovinco, ma il Napoli risorge e in 22 minuti completa un indimenticabile sorpasso: Hamsik, Datolo e ancora Hamsik sono protagonisti di un tardo pomeriggio di sabato che entra di diritto nella storia degli azzurri. Lo scrittore Maurizio De Giovanni dedicò un libro a quella gara: “Miracolo a Torino” così lo intitolò, festeggiando una vittoria napoletana in Piemonte che mancava dall’epoca di Maradona.

juve-napoli 2-3

7- Napoli-Borussia Dortmund 2-1

Settembre 2013: il Napoli è ancora in Champions League ed in un girone marchiato come di fuoco. E la prima gara targata Benitez, al San Paolo ed il Napoli vince, soffre nel finale, ma convince anche in Europa, ritagliandosi un ruolo da protagonista.

La partita è subito molto intensa, con rapidi capovolgimenti di fronte. Segna Higuain su imbeccata di Zuniga e dopo il pareggio tedesco ci pensa Lorenzo Insigne, con una pennellata stupenda su calcio di punizione, a regalare la meritata vittoria agli azzurri per una serata particolare.

8- Napoli-Roma 3-0

Maradona è in tribuna, per la prima volta al San Paolo da quando è andato via. Il Napoli in campo regala spettacolo e si prepara nel migliore dei modi per la finale di Coppa Italia che poi vincerà. Al termine di gara spettacolare il Napoli di Benitez batterà la Roma di Garcia con i gol di Callejon, Higuain e Jorginho.

napoli-roma 3-0
Fonte: Gazzetta dello Sport

9- Napoli-Juventus 5-1

Concludiamo questa carrellata con due gare indimenticabili, suggellate da due vittorie che hanno portato nella bacheca del Napoli per ben due volte la Supercoppa italiana.

Il 31 agosto del 1990 è una data indimenticabile per ogni tifoso azzurro. Dominare in questa maniera sulla nemica numero uno resta un sogno concretizzatosi.

Di seguito il tabellino di quella incredibile serata:

NAPOLI: Galli G., Ferrara, Francini, Crippa (80′ Rizzardi), Baroni, Corradini, De Napoli, Alemao, Careca, Maradona, Silenzi (80’Mauro). Allenatore Bigon 
JUVENTUS: Tacconi, Napoli, Bonetti (46′ De Marchi), Galia, Julio Cesar, De Agostini, Haessler (46′ Fortunato), Marocchi, Casiraghi, Baggio, Schillaci. Allenatore Maifredi 
MARCATORI: 9′ Silenzi, 21′ Careca, 39′ R. Baggio (J), 43′ Crippa, 45′ Silenzi, 72′ Careca 

10- Juventus-Napoli 7-8 dcr

Emozioni a non finire a Doha. Bianconeri subito avanti con Tevez, nella ripresa la reazione azzurra e il pareggio di Higuain. Nei supplementari colpisce ancora l’Apache, ma quasi allo scadere il Pipita trova la rete del 2-2. Dal dischetto decisivo Rafael su Padoin. Trascinato da un grande Higuain e grazie alle prodezze dal dischetto di Rafael, il Napoli si regala dopo 24 anni la seconda Supercoppa italiana.

napoli supercoppa italiana

Il nostro speciale sulle partite del Napoli più belle termina qui. Alla prossima da Napoli Fans!

Please follow and like us:
error