Cantanti napoletani: i più famosi di sempre

enrico caruso

Cantanti napoletani: top 10 dei più famosi di sempre nel post di Napoli Fans

La musica napoletana è considerata una delle più importanti al mondo. In questo articolo vediamo quali sono i cantanti napoletani più famosi di sempre, le cui note ancora oggi risuonano per i vicoli della città partenopea. Infatti la canzone napoletana è fonte d’ispirazione per i romantici di tutto il mondo.

La canzone classica napoletana ha fatto in un certo qual senso la storia della musica, non solo della città, ma dell’Italia intera. 

Nel tempo la musica di stampo partenopeo si è evoluta, dando spazio ad artisti più giovani e all’innovazione apportata dalle influenze americane. 

Napoli però resta in un limbo sospeso tra tradizione e innovazione e di certo non dimentica chi ha contribuito a rendere la canzone napoletana una delle più acclamate di sempre. 

Quali sono, a proposito, i cantanti napoletani famosi a cui essere grati? Di sotto, una lista interessante dei nomi più noti della musica partenopea di sempre. 

Pino Daniele

Recentemente scomparso, Pino Daniele ha aperto una parentesi musicale che non intende chiudersi neanche dopo la sua scomparsa.

Figlio di una Napoli giovane ma ancora legata alle tradizioni di un tempo, Pino ha il merito di aver fuso la canzone napoletana al blues, al funk e al jazz.

I suoi album ancora oggi risuonano in tutti i luoghi di musica della città, nei vicoli, nei club.

Napoli non ha dimenticato uno dei suoi figli prediletti, colui che ha portato lustro in tutta Italia alla città partenopea, che con alcune sue canzoni ha anche difeso, a modo suo.

pino daniele

Roberto Murolo

Roberto Murolo ha contribuito in modo significativo alla costruzione dell’immaginario che ruota attorno alla canzone classica napoletana.

Tra i suoi successi più grandi ricordiamo “Reginella” e “Tammuriata Nera”. 

Murolo muore nella sua casa del Vomero nella notte tra il 13 e il 14 marzo del 2003, lasciando un vuoto incolmabile tra gli appassionati di musica.

roberto murolo

 

Nino D’Angelo

Le canzoni di Nino d’Angelo hanno segnato la Napoli degli anni ’80.

Il cantante oggi si è evoluto, regalando alla città canzoni più impegnate.

Il suo caschetto biondo, però, viene spesso ricordato per successi come “Nu jeans e na maglietta” oppure “popcorn e patatine”.

Nino è una delle icone della città napoletana, non solo nella musica, ma anche a teatro e al cinema, dove a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 ha preso parte a diversi film, nei quali, a modo suo, raccontava la città di allora.

Ancora oggi si esibisce prevalentemente a teatro, mostrandosi un artista a tutto tondo.

nino d'angelo

Enrico Caruso

Enrico Caruso è stato uno dei maggiori artisti legati alla cultura napoletana.

Un genio omaggiato addirittura da Lucio Dalla, che per lui intitolò una canzone dal titolo “Caruso”.

Tra i successi del cantante vi sono le sue interpretazioni in “‘O Sole Mio”, “Torna a Surriento” “Core ngrato” e “Fenesta ca lucive”, o ancora “Santa Lucia”.

Cantante che già tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, si esibiva anche al di là dell’Oceano, con enorme successo tra i migranti napoletani d’America, ma anche gli stessi americani, che si innamorarono della sua straordinaria voce.

enrico caruso

Renato Carosone

Le più note canzoni napoletane – come Maruzzella e ‘O Sarracino – portano la firma di Renato Carosone, un altro grande artista partenopeo, che nel Secondo Dopoguerra fece ballare tutta Napoli e non solo.

Le sue canzoni sono un mix di musica napoletana tradizionale interpretate in chiave jazz e swing, strizzando l’occhio ad un sound più “americano”. Inoltre le sue note al pianoforte sono passate alla storia.

Renato Carosone si è spento ormai nel 2001, lasciando un vuoto enorme tra gli appassionati di musica.

renato carosone

Peppino di Capri

Peppino Di Capri e la sua “Champagne” hanno rallegrato celebrazioni, eventi e feste, e lo fa ancora oggi.

La musica del cantante napoletano viene considerata una delle più piacevoli da ascoltare tra quelle legate alla tradizione campana, che in molti di noi fischiettano e cantano in giro per la città.

Massimo Ranieri

La carriera di Massimo Ranieri comincia negli anni ’60, quando egli accompagna Sergio Bruni in un tour in giro per l’America.

Vince Sanremo nel 1988 con “Perdere l’amore”, che resta un grande classico della musica italiana. 

Oggi si divide tra la sua passione per la musica ed esibizioni teatrali, che riscuotono sempre un grande successo.

Sergio Bruni

Sergio Bruni – il cui nome d’origine è in realtà Guglielmo Chianese – nacque a Villaricca nel 1921. Attualmente è riconosciuto come uno dei più importanti cantanti napoletani di sempre. Tra i brani più famosi troviamo “Carmela” e “Na Bruna”.

Muore il 22 giugno del 2003 a Roma ma le sue note non rimarranno dimenticate.

sergio bruni

Enzo Avitabile

Enzo Avitabile ha collaborato a lungo con Pino Daniele, suonando il sassofono ai suoi concerti. Durante la sua carriera individuale, attinge spesso alla musica dell’America nera.

Molti i brani composti per i quali ha ricevuto premi e riconoscimenti nel mondo del cinema. 

Ancora oggi si esibisce per il suo pubblico, riscuotendo sempre tanto successo.

Enzo Avitabile
decsramble / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)

Gigi D’Alessio

L’esordio di Gigi D’Alessio, come quello di Nino D’Angelo, inaugura l’ascesa di una musica nuova, leggera e giovanile.

Ha iniziato esibendosi alle feste di Comunione, Matrimoni, Battesimi, per poi piano piano riuscire a farsi conoscere a livello locale prima, nazionale ed internazionale poi.

Il successo raccolto a cavallo tra gli anni ’90 e gli inizi degli anni ‘2000 gli assicura la fama di cui ancora oggi gode. 

 

Il nostro post dedicato ai cantanti napoletani più famosi di sempre, termina qui. Alla prossima con approfondimenti dedicati alla Musica, sempre a cura di Napoli Fans!