Napolifans celebra con questa Rubrica le più significative tra le 36 reti di Gonzalo Higuain, che hanno regalato al Napoli il ritorno in Champions e portato il Pipita al record storico di segnature nella massima serie italiana:

Mentre noi continuiamo ad omaggiare le segnature di Higuain, questi intanto non smette di stupire, trascinando insieme a Messi la Selección verso la finale di Copa America. Per omaggiare le due doppiette consecutive del Pipita nazionale, questa volta faremo riferimento al gol più bello dell’anno (il più bello  segnato da Higuain quest’anno, il più bello dell’intero campionato, quello decisivo, che gli ha permesso di superare Nordahl). Parliamo di Napoli-Frosinone, e dell’ultima gara della stagione. Nel corso della ripresa, al 62′ il record è già stato eguagliato. Dopo aver visto la doppietta del Pipa, in molti al San Paolo e da casa aspettano il terzo gol che consegnerebbe l’attaccante argentino alla leggenda, ma nessuno, in ogni caso, immagina neanche lontanamente quello che sta per accadere. Mertens, appena entrato, spinge sulla fascia sinistra, converge al centro e scarica sulla prima punta. La palla alta, forte, viene stoppata di petto dal numero 9, che con un movimento carpiato elude l’intera difesa ciociara. La sfera compie un arco preciso, che supera Zappino e termina sotto la traversa. Il San Paolo esplode ancora una volta insieme al suo campione, che con questa rete arriva a 36 reti in 35 partite giocate. E’ la ciliegina sulla torta, la conclusione perfetta dopo una stagione ineguagliabile, una rovesciata che riscrive la storia della Serie A e che, proprio per questo motivo, non poteva essere banale.

È il gol numero 36 di Gonzalo Higuain: La rovesciata leggendaria

Tecnica: 10           Potenza: 7            Determinanza: 10

Daniele Sasso

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento
Articoli simili